IL PROGETTO DI MARTA: LA TORTA DEL SUO 6° COMPLEANNO

…che avrei dovuto pubblicare prima, ma avevo perso le foto e, quindi, rimedio ora.
Quando si avvicina il compleanno di uno dei miei figli, ora che sono grandi, chiedo sempre come vorrebbero la torta e, se ne sono in grado, cerco di soddisfare le loro richieste. L’anno scorso, ai primi di giugno, ho fatto questa domanda a Marta che compie gli anni il 24. Nel frattempo una mia amica, anche lei appassionata di dolci, che sapeva avrei dovuto preparare la torta per Marta, mi aveva comprato una candelina che raffigurava Minnie. L’ho fatta vedere a mia figlia e le è piaciuta.

Dopo qualche giorno, mi presenta un foglio dove aveva disegnato nei particolari come sarebbe dovuta essere la sua torta. Ecco cosa mi ha presentato (le scritte le ho aggiunte io):
???????????????????????????????

Come si può vedere, voleva una torta a tre piani, alla base dei primi due piani avrebbe dovuto esserci dell’erba con dei fiorellini, mentre alla base del terzo avrei dovuto mettere delle ciliegie, poi la candelina sull’ultimo piano e qualche farfalla che svolazzava qua e là.

Ci ho pensato un po’ su e poi ho deciso di decorare la torta con la panna, facendo solo i fiori e le farfalle in pasta di zucchero.
Chiaramente, lei ha controllato ogni fase del lavoro, per assicurarsi che corrispondesse al suo progetto, come aveva fatto l’anno precedente per la torta Barbie: devo dire che è rimasta soddisfatta del lavoro svolto e, anche per questa volta, sono stata promossa (anche se nella mia testa avrebbe dovuto essere diversa, diciamo che avrei potuto fare meglio…).

Eccola:

??????????????????????

Ed ecco la scheda:

piano
BASE           PdS
BAGNA           al limoncello
FARCITURA    crema al limone e cioccolato bianco

2° piano
BASE            PdS
BAGNA            sciroppo di acqua e zucchero
FARCITURA     crema pasticcera (di Renato)

DECORAZIONE panna e pdz

 

Non essendoci ricette nuove, vi rimando ai post precedenti: qui per il pdS (sostituendo l’aroma mandorle con buccia grattugiata di limone), qui per la crema al limone e cioccolato bianco per la crema pasticcera Renato.

Per l’ultimo piano ho comprato un pds confezionato, l’ho tagliato e avevo pensato di farcire pure questo, ma siccome poi la consistenza non mi è piaciuta per niente, alla fine ho solo “incollato” gli strati con un po’ di nutella.

Ecco qualche foto in corso d’opera:
???????????????????????????????

???????????????????????????????

???????????????????????????????

???????????????????????????????

???????????????????????????????

???????????????????????????????

???????????????????????????????

Anche in questa occasione, ho preparato un piccolo buffet:

???????????????????????????????

C’erano: i rustici con pasta da rosticceria siciliana (con prosciutto e con wurstel):

???????????????????????????????

le pizzette, preparate sempre con la pasta da rosticceria:

???????????????????????????????

l’immancabile focaccia della mamma:

???????????????????????????????

???????????????????????????????

una frittata arrotolata, farcita con maionese, lattuga, prosciutto e provola:

???????????????????????????????

una torta salata con fagiolini:

???????????????????????????????

un cestino di melone con bocconcini di melone e prosciutto crudo (ho ricavato delle palline dal melone e le ho avvolte con prosciutto crudo) e i sushi di mortadella:
???????????????????????????????

???????????????????????????????

una cheesecake salata con pomodorini e philadelphia (che a dire il vero non mi è piaciuta molto):

???????????????????????????????

dei gattò di patate monoporzione, farcite con una mousse al prosciutto (che avrebbe dovuto essere più soda, in quanto avrei dovuto usare il Philadelphia in panetti, ma ho trovato solo quello in vaschetta e ho dovuto arrangiarmi):
???????????????????????????????

???????????????????????????????

e, infine, non fotografati, dei tramezzini, con cipolline sott’olio e maionese e con funghi trifolati e maionese.

Mi sembra sia tutto. A presto,
Nata

Pubblicità

TORTA D’INVERNO

???????????????????????????????

Buongiorno a tutti!
Oggi vi propongo una torta, non solo invernale a dire il vero, adatta soprattutto per chi ama il limone e il suo gusto un po’ aspro. Infatti, la torta è farcita con una crema non troppo dolce, molto “limonosa”, che viene però addolcita da uno strato di panna montata steso sopra la crema stessa.
Era da vari anni che non la preparavo; la settimana scorsa, spulciando tra le ricette fatte negli anni passati, mi sono ricordata che era veramente buona e, quindi, l’ho voluta riproporre.

All’epoca, la ricetta l’ho trovata in un piccolo opuscolo della Cameo riportante alcune ricette di dolci che avevano come protagonista il Dolceneve; in passato l’ho usato spesso, poi non l’ho più comprato e, questa volta, ho usato della panna montata.

Ricordo che, una volta, questa torta l’ho preparata per una cena tra amici e a tanti è sembrato strano l’accostamento di una crema al limone con la panna montata! Invece, poi, assaggiandola, si sono decisamente ricreduti, perché il gusto è decisamente gradevole! Qualcuno mi ha anche chiesto la ricetta della crema!

Rispetto alla ricetta originale, che è ottima, ho dovuto fare qualche modifica per la mancanza di alcuni ingredienti. Esattamente:

1) non avevo le mandorle, ma mi ritrovavo in casa degli amarettini secchi e ho usato quelli

2) non mi ritrovavo dei mandarini e, non avendo tempo per andare a raccoglierli in campagna, ho usato uno sciroppo di acqua e zucchero.

La torta è venuta buona lo stesso, anche se bagnata con il succo dei mandarini lo è di più.
Ah, la torta è buona anche senza farcitura.
Procediamo quindi con la ricetta.

???????????????????????????????

Ingredienti per una teglia da 24 cm. Per l’impasto:
150 g burro liquefatto e freddo
150 g di zucchero
3 uova
75 g di farina di mandorle (io amaretti secchi sbriciolati)
150 g di farina 00
3 cucchiai di latte
½ bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale

Per la farcitura e la decorazione:
succo e scorza grattugiata di 3 limoni
350 ml di acqua
150 g di zucchero
50 g di amido di mais
10 g di burro

succo di mandarini

100 g di Dolceneve +300 ml di latte freddo (io 300 ml di panna da montare)

Preparare la base: mescolare uova, burro, zucchero e sale, unire a cucchiate le due farine, precedentemente mescolate con il lievito, alternando l’aggiunta del latte. Versare l’impasto nello stampo rivestito con carta forno (io uso gli stampi a cerchio apribile, rivesto il fondo con la carta e imburro i lati). Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 30-35 minuti (regolarsi in base al proprio forno). Sfornare e fare raffreddare.

Preparare la crema: mescolare succo e scorza dei limoni con l’acqua. in un pentolino mettere zucchero e amido, aggiungere un po’ del liquido preparato e mescolare in modo da ottenere una crema liscia e senza grumi. Versare il restante liquido, unire il burro e fare addensare a fuoco basso, mescolando in continuazione. Fare intiepidire.
Montare la panna (o il Dolceneve come indicato sulla confezione) zuccherandola.

Comporre la torta: tagliare la torta a metà, bagnare lo strato inferiore con un po’ del succo di mandarini, versare la crema al limone ancora tiepida, livellarla e farla raffreddare completamente. Spalmarvi sopra 1/3 della panna e livellare. Coprire con il secondo strato, bagnare con altro succo e procedere alla decorazione. La mia è molto semplice.

??????????????????????

E non può mancare la foto dell’interno:

???????????????????????????????

In definitiva, ripeto, nonostante il nome, è una torta che in realtà può essere preparata tutto l’anno, semplicemente sostituendo il suco di mandarini con un’altra bagna. A presto,
Nata

TORTE CON ROSE DI PANNA

1

Salve a tutti!
Sto per finire con le torte preparate in passato, oltre a queste mi resta solo quella che ho preparato per i tre anni del mio ometto.
Entrambe le torte risalgono allo scorso mese di ottobre.

La prima l’ho preparata per il compleanno di mia suocera, il 09-10-2014 e ho voluto provare questa decorazione con rose di panna fatte con la sac a poche. Purtroppo, mio figlio stava già “attaccando” la torta prima che potessi fare la foto (a destra si vede il “danno” fatto).
???????????????????????????????

???????????????????????????????

Ecco la scheda della torta:
BASE                   PdS
BAGNA                al rum
FARCITURA         crema al mascarpone e cioccolato bianco
DECORAZIONE   panna

Come al solito, non essendoci ricette nuove, vi rimando ai post precedenti: https://leduecucine.com/2014/11/07/torta-rosa-con-crema-chantilly-alle-mandorle/ per il pan di Spagna (sostituendo l’aroma mandorle con semi raschiati da mezza bacca di vaniglia) e https://leduecucine.com/2014/11/30/torta-frozen-per-chiara/ per la crema al mascarpone e cioccolato bianco.

 

Con lo stesso tipo di decorazione, pochi giorni dopo, ho realizzato quest’altra torta per il 90° compleanno di una signora (il catechista di mia figlia Chiara periodicamente porta i bambini a visitare delle persone anziane e, in occasione di questo compleanno, mi ha chiesto di preparare un dolce).
Ho riproposto la stessa decorazione (che mi sembra sia venuta meglio della prima) e ho aggiunto dei confettini colorati rosa che danno un tocco di colore in più.

Per questa torta, la scheda è la seguente:
BASE                    biondina
BAGNA                 latte zuccherato
FARCITURA          crema pasticcera e nutella
DECORAZIONE    panna

???????????????????????????????

???????????????????????????????

Le ricette le potete trovare qui: https://leduecucine.com/2014/11/24/torta-winnie-the-pooh-per-sebastiano/ per la torta biondina e https://leduecucine.com/2014/12/13/torta-barbie/ per la crema pasticcera alla nutella.

Per quanto riguarda la decorazione, è abbastanza semplice, anche se mi sono resa conto (chiaramente dopo aver fatto la seconda torta) che avrei dovuto usare un altro beccuccio. Mi spiego meglio: io ho usato il beccuccio a stella aperta che c’è a sinistra nella foto e ho ottenuto delle rose, come si può vedere dalla foto della torta, un po’ appiattite. Invece, usando un beccuccio a stella chiusa, tipo quello a destra nella foto (anche leggermente meno chiuso), avrei ottenuto delle rose più in rilievo. Infatti, dato che mi era venuto questo dubbio e mi era rimasta un po’ di panna, ho provato a farle con il secondo beccuccio ed erano effettivamente molto più belle (stupidamente non le ho fotografate!).

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La panna, ovviamente deve essere ben montata. In pratica, bisogna rivestire la torta con la panna, non è necessario lisciarla alla perfezione perché verrà nascosta dalle rose.
Per fare la rosa, bisogna partire dal centro e proseguire con movimento rotatorio, fermandosi quando la rosa ha raggiunto la grandezza desiderata.
Proseguire riempiendo tutta la superficie e colmare gli spazietti tra una rosa e l’altra con ciuffetti di panna.

???????????????????????????????

A presto,
Nata

UN COMPLEANNO…TRE TORTE

Pubblicazione1

Buongiorno a tutti!
Oggi da noi, dopo non so più quanti giorni di pioggia, finalmente c’è una magnifica giornata di sole, con un cielo di un azzurro intensissimo. Da un po’ di tempo sono diventata meteoropatica (si dice così???), quando mi sveglio e vedo pioggia o, peggio ancora, quel maledetto scirocco che ci sovrasta come una cappa, circondandoci di fitta nebbia umida che sembra volerti entrare in casa…beh, mi sento floscia pure io. Invece, quando, aprendo la finestra, vedo un cielo limpido, sereno e vedo spuntare i primi raggi di sole…mi si rallegra il cuore e mi viene voglia di fare mille cose.

Quindi stamattina, dopo aver accompagnato i bambini a scuola, ho spalancato tutte le finestre, arieggiato la casa e, mentre stendevo il bucato e spazzavo il terrazzino, mi sono goduta pienamente questo sole quasi primaverile. Le foto che vedete qui sopra le ho scattate da varie angolazioni di casa mia, così ne approfitto per mostrarvi qualche stralcio del mio paesino…

Andando all’argomento del post di oggi, si tratta, tanto per cambiare, di torte. Il titolo si riferisce al fatto che, quest’anno ho dovuto preparare, con piacere devo dire, ben tre torte per il 48° compleanno della mia dolce metà, il 26 agosto del 2014.
Procediamo con ordine.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Questa prima torta l’ho preparata per i festeggiamenti qui a casa, con la famiglia, farcendola con la sua crema preferita.
Ecco la scheda:

BASE                    biondina
BAGNA                 acqua e zucchero
FARCITURA          crema pasticcera alle nocciole
DECORAZIONE    panna e confetti e codette di cioccolato

Ecco dove potete trovare le ricette: https://leduecucine.com/2014/11/24/torta-winnie-the-pooh-per-sebastiano/ per la torta biondina e https://leduecucine.com/2014/11/17/torta-alle-nocciole/ per la crema pasticcera alle nocciole.
Inutile dire che era buonissima!

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Andiamo alla seconda torta che ho preparato per i colleghi d’ufficio (mio marito è impiegato nell’ufficio tecnico del Comune di un paese vicino). Anche questa volta, ho esaudito (ho cercato di farlo, perlomeno) una sua richiesta: una torta…scaramantica (sembra che ne abbiano bisogno…).
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Ecco la scheda:
BASE                    PdS
BAGNA                 al limoncello
FARCITURA          crema al limone e cioccolato bianco
STUCCATURA      panna
DECORAZIONE    pdz

Per le ricette, potete andare qui: https://leduecucine.com/2014/11/07/torta-rosa-con-crema-chantilly-alle-mandorle/ per il pan di Spagna (sostituendo l’aroma mandorle con buccia grattugiata di limone) e https://leduecucine.com/2015/01/28/torta-per-il-battesimo-di-francesco/ per la crema al limone e cioccolato bianco.
Mio marito mi ha detto che la torta è stata molto gradita!
Avendo anche poco tempo, ho pensato di decorare semplicemente la torta con vari oggetti portafortuna:
il quadrifoglio:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
la coccinella:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
il ferro di cavallo:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
il numero 13:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
e non poteva di certo mancare il cornetto:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Infine, l’ultima torta: l’ho preparata per lo studio di architettura (non ve l’avevo detto, ma mio marito è architetto) che mio marito gestisce con altri 3 amici. Qui, mi ha dato carta bianca e ho preparato una semplicissima torta con base e farcitura uguali alla seconda torta, ma decorata con panna, che ho lievemente colorato di giallo, e una spolveratina di zucchero colorato (per chi volesse sapere come l’ho preparato, può leggerlo qui: https://leduecucine.com/2015/02/06/torta-per-la-prima-confessione-di-chiara/).

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Anche in questo caso, la torta ha avuto successo!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In più, stavo quasi per dimenticarmene, un nostro caro amico ha organizzato un altro piccolo festeggiamento a sorpresa, al mare con altri amici con cui abitualmente ci ritroviamo nei caldi pomeriggi d’estate (la torta, comunque, l’hanno comprata in una pasticceria). Quindi, avrei dovuto intitolare l’articolo “un compleanno…quattro torte”.

Alla prossima,
Nata

TORTA PER LA PRIMA CONFESSIONE DI CHIARA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Salve a tutti!
Anche oggi una torta! Il 7 giugno 2014 per mia figlia Chiara (e anche per noi) è stato un giorno importante perché ha fatto la Prima Confessione. Il rito è stato celebrato in maniera semplice ma con gesti significativi che, devo dire la verità, mi hanno emozionato. Lei, come altri suoi compagni, era un po’ tesa, soprattutto nel momento in cui si è avvicinata all’altare per ricevere il Sacramento, ma il sacerdote li ha saputi mettere a loro agio e tutto si è svolto in maniera serena.

Per l’occasione, abbiamo organizzato una piccola festa ed io ho preparato un dolce. Si tratta di una torta farcita con crema pasticcera alla panna e limoncello (vedi https://leduecucine.com/2014/12/09/la-mia-prima-torta-decorata-in-pasta-di-zucchero/). Unica pecca: avevo finito il buonissimo limoncello casalingo (regalatomi da una zia di mia mamma) e l’ho dovuto comprare… non sapeva di niente (era pure di una marca conosciuta che chiaramente non vi scrivo)!!! E, quindi, ne è venuta fuori una crema pasticcera, buona per carità, ma le mancava quel tocco in più dato dal liquore. E pensare che la mia prima idea era stata di farcirla con la crema al limone e cioccolato bianco (https://leduecucine.com/2015/01/28/torta-per-il-battesimo-di-francesco/)….mannaggia a me…chissà che mi è passato per la testa e mi ha fatto cambiare idea!!!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Comunque, ecco la scheda della torta:

BASE                    molly cake
BAGNA                 al limoncello
FARCITURA          crema pasticcera alla panna e limoncello
DECORAZIONE    panna, scorze di limone e zucchero colorato

La ricetta della Molly cake la potete trovare in https://leduecucine.com/2015/01/23/torta-violetta/, mentre per la crema ho riportato il link sopra.

Per quanto riguarda la decorazione, è alquanto semplice, ho usato panna, scorze di limone tagliate sottilmente e zucchero colorato giallo limone.  Invece ai lati ho applicato dei pavesini.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Riguardo proprio lo zucchero colorato, chiaramente si può comprare, ma è un tantino costoso, per cui me lo preparo in casa in modo estremamente semplice: basta mettere dello zucchero semolato in un sacchetto di plastica per alimenti (quelli per il freezer vanno benissimo), aggiungere qualche goccia di colorante (io uso i coloranti in gel) regolandosi in base all’intensità di colore che si vuole ottenere. A questo punto, basta sfregare lo zucchero tra le mani e…voilà in pochi secondi eccolo colorato.
Spargere lo zucchero su un foglio di carta forno e farlo asciugare qualche ora all’aria, in modo da perdere l’eventuale umidità data dal colorante.
A questo punto, si può conservare in barattoli di vetro.
Si può anche polverizzare, ottenendo lo zucchero a velo colorato.
Anche per oggi è tutto. A presto,
Nata

RI…TORTA ALLE NOCCIOLE

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Salve a tutti!
Ultimamente non riesco proprio a trovare molto tempo per il mio amato blog (già dopo un giorno, ne sento la mancanza!). Oggi, però, tra una faccenda e l’altra, devo scrivere qualcosa!!!
Domenica scorsa ho preparato una squisita torta alle nocciole; l’ho chiamata ri…torta perché una simile l’avevo già pubblicata in passato (https://leduecucine.com/2014/11/17/torta-alle-nocciole/). Ho usato base e bagna diverse, la farcitura è sempre una crema pasticcera alle nocciole, però con una variante nella preparazione che, di fatto, non ha cambiato molto il gusto della crema, ma per saperlo dovevo provarla!!! Chiaramente, ho cambiato anche la decorazione.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Ecco la scheda:
BASE                   pan di Spagna (stampo da 22 cm di diametro)
BAGNA                al rum
FARCITURA         crema pasticcera alle nocciole

DECORAZIONE   panna e nocciole

E passiamo subito alle ricette.

Per il pan di Spagna vi rimando a https://leduecucine.com/2014/11/07/torta-rosa-con-crema-chantilly-alle-mandorle/, con la differenza che, al posto della fialetta di aroma mandorla, ho usato scorza grattugiata di limone.

Crema pasticcera alle nocciole:
500 ml di latte
4 tuorli
4 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di amido (o farina 00)
buccia di limone intera
100 g di nocciole tostate e tritate
100-150 g di panna montata (io uso la panna vegetale).
Toglierne circa un bicchiere di latte dal totale, riscaldarlo, aggiungere le nocciole e fare riposare per una decina di minuti (questa è la variante rispetto alla ricetta precedente). Riscaldare il latte restante con una parte dello zucchero e la buccia di limone. Mescolare bene i tuorli con il rimanente zucchero e l’amido setacciato, versare il tutto nel latte e, mescolando in continuazione con una frusta, fare addensare. Versare quindi la crema in una ciotola abbastanza ampia e ricoprirla con pellicola trasparente (in questo modo non si formerà la fastidiosissima pellicina superficiale). Per farla raffreddare più rapidamente, mettere la ciotola in un altro recipiente contenente acqua e cubetti di ghiaccio. Una volta fredda, unire la panna montata.

Questo è tutto. A presto,
Nata

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

TORTA CON I GHIRIGORI

2013-10-27 11.27.52
Salve a tutti!
Rieccomi con una torta molto semplice, preparata per il compleanno di mia sorella il 26 ottobre 2013. Non sapevo come chiamare questo dolce, chiamarlo semplicemente “torta decorata con panna”, come avevo pensato prima, mi sembrava troppo banale. E, quindi, vai con i ghirigori!!! Ma resta comunque una decorazione molto semplice.

Vediamo subito la scheda:

BASE                   torta allo yogurt ai frutti di bosco
BAGNA                sciroppo di acqua e zucchero con rum
FARCITURA         mousse al cioccolato bianco
DECORAZIONE   panna e glassa colorata

Ecco le ricette:
Torta allo yogurt (com’è noto, si usa il vasetto dello yogurt come misurino):
3 uova
1 vasetto di yogurt ai frutti di bosco da 125 g
2 vasetti di zucchero
3 vasetti di farina
½ vasetto di olio di semi
½ vasetto di latte
1 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale.
Mescolare le uova con lo zucchero e il sale, unire yogurt, olio e latte e amalgamare bene. Aggiungere la farina setacciata con il lievito e sbattere fino ad ottenere un composto omogeneo. Versare l’impasto nello stampo rivestito con carta forno (io uso gli stampi a cerchio apribile, rivesto il fondo con la carta e imburro i lati). Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 35-40 minuti (regolarsi in base al proprio forno).

Mousse al cioccolato bianco:
300 g di cioccolato bianco
80 g di zucchero
4 tuorli
300 ml di panna da montare
4 fogli di colla di pesce (8 g)
Ammollare la colla di pesce in acqua fredda per 10 minuti.
Fondere a bagnomaria il cioccolato spezzettato. In un pentolino, portare a ebollizione 100 ml di acqua con lo zucchero e far cuocere 7-8 minuti, finchè lo sciroppo diventerà denso e trasparente. Lavorare i tuorli con le fruste elettriche per renderli ben spumosi e versarvi a filo lo sciroppo caldo, lavorando rapidamente con le fruste in funzione, finchè il composto risulterà freddo.
Aggiungere il cioccolato, la colla di pesce strizzata e sciolta in poca panna calda e poi la panna montata e far riposare in frigo per almeno 3 ore.

Una torta veramente deliziosa, da leccarsi i baffi!!!
Vi lascio qualche altra foto:

2013-10-27 11.28.07

2013-10-27 11.28.50
A presto.
Nata

ALBERO DI NATALE O TORTA?

???????????????????????????????

Salve a tutti!
Eccomi ritornata dopo più di una settimana di assenza: tra regali per i bambini della scuola d’infanzia, regalini per le maestre, recite scolastiche e altro… non ho avuto tempo di postare niente.
Oggi ritorno con una torta senza tante pretese, nulla di eccezionale nella decorazione, fatta peraltro abbastanza di fretta, però finora non avevo mai fatto niente del genere: ieri volevo preparare una torta e, visto il periodo natalizio, ho deciso di fare quest’alberello di Natale.
La torta è molto semplice da realizzare: basta preparare un pan di Spagna quadrato e tagliarlo in due diagonalmente. Lasciare intero uno di questi triangoli e tagliare l’altro in altri due triangoli più piccoli. Di nuovo, lasciarne uno intero e tagliare l’ultimo in due triangolino. In definitiva, avremo quattro triangoli: sistemare i tre di grandezza decrescente uno dietro l’altro, come si vede dalla foto, in modo da avere l’albero, mentre all’ultimo (uno dei due più piccolini) va tagliata la punta (si ottiene così un trapezio) per ottenere la base dell’albero (dalla foto, comunque, si capisce bene).
La torta è farcita con la crema al mascarpone e cioccolato bianco (la ricetta è nel post della torta frozen https://leduecucine.com/2014/11/30/torta-frozen-per-chiara/) e decorata con panna colorata.
Nei prossimi giorni sicuramente posterò qualche altra ricetta natalizia. Per ora vi saluto.
A presto.
Nata

???????????????????????????????

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

TORTA HELLO KITTY

??????????????????????

Salve a tutti!
Riprendiamo con le torte preparate in passato. Sembra fatto apposta, ma è solo una coincidenza se tocca di nuovo a Chiara con la torta per il suo 7° compleanno, festeggiato il 29 novembre 2012.
Questa torta, che mi ha soddisfatto esteticamente, è stata un fallimento. Era una torta biondina farcita con una crema diplomatica: apparentemente era venuta bene, la torta morbida, la crema della consistenza giusta… Dopo aver distribuito la torta ai bambini, li vedo tornare tutti con il piatto in mano, dicendo che la torta non era piaciuta. Vabbè, i bambini non amano molto questo tipo di torte, questo ormai l’ho capito, ma lasciare la fetta intera era un po’ strano… Assaggio la torta e… che schifo!!! La crema sembrava inacidita!!! Quando mi vengono certe idee, le devo subito scacciare dalla mia mente: come ho detto anche in altri post, per le creme uso la panna vegetale (anche perché, vivendo in un piccolo paese, la panna fresca non si trova facilmente). Quella volta, invece, avevo pensato di usare la panna fresca che, diciamolo, è più buona: non so cosa sia successo, anche perché quando l’ho montata sembrava buona e la decorazione l’ho fatta a tappe, intervallandola con delle soste in frigo. Morale della storia, da allora in poi, la panna fresca non l’ho più comprata e, anche se forse a discapito del gusto, mi affido alla panna vegetale.

Per quanto riguarda la decorazione con ciuffetti di panna, ho stampato un disegno di Hello Kitty, ho sovrapposto un foglio di carta forno e ho tracciato i contorni con cioccolato fuso (farli abbastanza spessi per evitare che si rompano nel trasferimento sulla torta). Ho fatto indurire il tutto in frigo per un giorno, poi ho trasferito il disegno sulla torta già rivestita di panna e ho riempito gli spazi con ciuffetti di panna colorata.
Anche le lettere del nome sono fatte con la stessa tecnica.

Questa è la foto del tavolo allestito: c’erano vari tipi di patatine, paninetti al burro farciti in parte con il salame e in parte con il prosciutto cotto, pancarrè con la nutella e, non fotografate, le pizzette delle Simili (la ricetta si trova facilmente in rete).

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per oggi mi sembra che sia tutto. A presto.
Nata

TORTA WINNIE THE POOH PER SEBASTIANO

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Salve a tutti!
Sebastiano è il mio terzo figlio, il più monello dei tre. È un bambino molto vivace e movimentato, ma anche tanto tanto coccolone… Quando apre le braccia per venirmi incontro e mi dice “mamma sei tornata” (anche se magari ero stata via solo 10 minuti) oppure quando mi abbraccia e mi dice “mamma ti voglio tanto bene”, che posso fare…..mi sciolgo completamente e dimentico tutte le sue“pestiferatezze” (lo so, non esiste questo termine, ma rende bene l’idea di quello che combina a casa e fuori).
Per quanto riguarda la torta, preparata per il suo 1° compleanno il 18 ottobre 2012, devo dire che mi ha soddisfatto molto, anche per la decorazione (finalmente!!!)
Ecco la scheda:
BASE                        biondina di Krikrira
BAGNA                    sciroppo al rum
FARCITURA           crema simil ferrero rocher
DECORAZIONE     panna

 

Passiamo alle ricette.

La ricetta della biondina di Krikrira si trova facilmente in rete, come anche quella della crema simil ferrero rocher, ma le inserisco ugualmente.

Biondina di Krikrira

Per uno stampo da 22 cm di diametro:
3 uova
120 g di zucchero
150 g di farina 00 e 35 g di fecola di patate (io uso la farina per torte della Barilla che trovo ottima)
100 ml di latte
50 g di olio di semi
½ bustina di lievito per dolci.
Sbattere con le fruste elettriche le uova con lo zucchero per circa 10 minuti, finchè sono ben montate. Continuando a mescolare, aggiungere il latte e l’olio a filo. Infine, incorporare a poco a poco la farina setacciata con il lievito (io uso un cucchiaio). Versare l’impasto nello stampo rivestito con carta forno (io uso gli stampi a cerchio apribile, rivesto il fondo con la carta e imburro i lati). Con un cucchiaio, cercare di spingere un po’ l’impasto verso i lati dello stampo, per evitare che durante la cottura si formi l’antipatico effetto vulcano. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 25 minuti (regolarsi in base al proprio forno).

 

Crema simil rocher

400 g di nutella
200 g di panna
130 g di wafer alla nocciola
120 g di granella di nocciole
Mescolare la nutella con la panna (le ricette che ho consultato dicevano di non montare la panna, io invece l’ho montata pensando di ottenere una crema più spumosa e così è stato). Aggiungere i wafer sminuzzati grossolanamente e le nocciole e mescolare il tutto.
La crema è molto buona, soprattutto per chi ama il cioccolato (e la nutella). Io aggiungerei un po’ di rum per dare una marcia in più.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Per quanto riguarda la decorazione, ho stampato un disegno di Winnie Pooh, ho sovrapposto un foglio di carta forno e ho tracciato i contorni con cioccolato fuso (farli abbastanza spessi per evitare che si rompano nel trasferimento sulla torta). Ho fatto indurire il tutto in frigo per un giorno, poi ho trasferito il disegno sulla torta già rivestita di panna e ho riempito gli spazi con ciuffetti di panna colorata.
Anche le lettere del nome sono fatte con la stessa tecnica.
Vi metto anche le foto di una torta, sempre a tema Winnie pooh, che avevo preparato qualche settimana prima come “prova”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

A presto.
Nata