TORTA SAETTA MCQUEEN

??????????????????????
Salve a tutti.
Oggi si ritorna al dolce con la torta che ho preparato per il 3° compleanno di mio figlio, Sebastiano, il 18 ottobre 2014.

??????????????????????

Quando Sebastiano ha cominciato a interessarsi alla televisione, il primo programma ad attirarlo è stato…Pippi Calzelunghe, c’era un canale dove lo trasmettevano in continuazione per intere mattinate e, siccome la cercava anche in altri orari, abbiamo dovuto registrarlo!!! Alla fine, non la potevo più vedere né sentire neanche nominare!!! Poi, crescendo, l’ha abbandonata e, tra tutti, si è appassionato a Cars, soprattutto a Saetta McQueen, per cui non potevo non fargli una torta con il suo soggetto preferito.

??????????????????????

Ecco la scheda della torta:

BASE                   PdS
BAGNA                al rum
FARCITURA         crema simil Rocher
STUCCATURA     panna
DECORAZIONE   pdz

E qui dove potete trovare le ricette: https://leduecucine.com/2014/11/07/torta-rosa-con-crema-chantilly-alle-mandorle/ per il pan di Spagna (sostituendo l’aroma mandorle con i semi di ½ bacca di vaniglia) e (https://leduecucine.com/2014/11/24/torta-winnie-the-pooh-per-sebastiano/) per la crema simil rocher.

??????????????????????

E ora vi lascio altre foto (ne ho fatte parecchie, non sapevo quali scegliere e le ho messe tutte).
Qui sotto Saetta in fase di lavorazione. Per modellarlo ho seguito dei tutorials visti sul web e un’immagine stampata su…un ombrello:

???????????????????????????????

??????????????????????

???????????????????????????????

???????????????????????????????

???????????????????????????????

Qui i cactus, le pietre e la sabbia del deserto (fatta con zucchero di canna):

??????????????????????

??????????????????????

??????????????????????

??????????????????????

??????????????????????

??????????????????????

Qui Saetta McQueen visto più da vicino:

??????????????????????

??????????????????????

??????????????????????

??????????????????????

E non poteva mancare la foto del festeggiato, contentissimo mentre soffia le candeline:

??????????????????????

E, per finire, la foto, ahimè sfocata, della fetta:

??????????????????????

Nel prossimo articolo vi farò vedere cos’altro ho preparato per la festicciola.

Ho preparato anche un’altra torta (anzi erano due, uguali, di cui una decorata con una cialda), molto semplice, per festeggiare il compleanno all’asilo.
Si trattava di una torta paradiso con gocce di cioccolato e farcita con uno strato di nutella.
La cialda, sempre a tema Cars, l’ho spalmata di nutella e poggiata sulla torta; il bordino e la pseudo decorazione sono fatti sempre con nutella.
Non ne è rimasta neanche una fettina!!!

??????????????????????

Ed eccolo qui, con la coroncina che le maestre preparano per il festeggiato/la festeggiata di turno:

??????????????????????

Per oggi è tutto. A presto,
Nata

TORTE CON ROSE DI PANNA

1

Salve a tutti!
Sto per finire con le torte preparate in passato, oltre a queste mi resta solo quella che ho preparato per i tre anni del mio ometto.
Entrambe le torte risalgono allo scorso mese di ottobre.

La prima l’ho preparata per il compleanno di mia suocera, il 09-10-2014 e ho voluto provare questa decorazione con rose di panna fatte con la sac a poche. Purtroppo, mio figlio stava già “attaccando” la torta prima che potessi fare la foto (a destra si vede il “danno” fatto).
???????????????????????????????

???????????????????????????????

Ecco la scheda della torta:
BASE                   PdS
BAGNA                al rum
FARCITURA         crema al mascarpone e cioccolato bianco
DECORAZIONE   panna

Come al solito, non essendoci ricette nuove, vi rimando ai post precedenti: https://leduecucine.com/2014/11/07/torta-rosa-con-crema-chantilly-alle-mandorle/ per il pan di Spagna (sostituendo l’aroma mandorle con semi raschiati da mezza bacca di vaniglia) e https://leduecucine.com/2014/11/30/torta-frozen-per-chiara/ per la crema al mascarpone e cioccolato bianco.

 

Con lo stesso tipo di decorazione, pochi giorni dopo, ho realizzato quest’altra torta per il 90° compleanno di una signora (il catechista di mia figlia Chiara periodicamente porta i bambini a visitare delle persone anziane e, in occasione di questo compleanno, mi ha chiesto di preparare un dolce).
Ho riproposto la stessa decorazione (che mi sembra sia venuta meglio della prima) e ho aggiunto dei confettini colorati rosa che danno un tocco di colore in più.

Per questa torta, la scheda è la seguente:
BASE                    biondina
BAGNA                 latte zuccherato
FARCITURA          crema pasticcera e nutella
DECORAZIONE    panna

???????????????????????????????

???????????????????????????????

Le ricette le potete trovare qui: https://leduecucine.com/2014/11/24/torta-winnie-the-pooh-per-sebastiano/ per la torta biondina e https://leduecucine.com/2014/12/13/torta-barbie/ per la crema pasticcera alla nutella.

Per quanto riguarda la decorazione, è abbastanza semplice, anche se mi sono resa conto (chiaramente dopo aver fatto la seconda torta) che avrei dovuto usare un altro beccuccio. Mi spiego meglio: io ho usato il beccuccio a stella aperta che c’è a sinistra nella foto e ho ottenuto delle rose, come si può vedere dalla foto della torta, un po’ appiattite. Invece, usando un beccuccio a stella chiusa, tipo quello a destra nella foto (anche leggermente meno chiuso), avrei ottenuto delle rose più in rilievo. Infatti, dato che mi era venuto questo dubbio e mi era rimasta un po’ di panna, ho provato a farle con il secondo beccuccio ed erano effettivamente molto più belle (stupidamente non le ho fotografate!).

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La panna, ovviamente deve essere ben montata. In pratica, bisogna rivestire la torta con la panna, non è necessario lisciarla alla perfezione perché verrà nascosta dalle rose.
Per fare la rosa, bisogna partire dal centro e proseguire con movimento rotatorio, fermandosi quando la rosa ha raggiunto la grandezza desiderata.
Proseguire riempiendo tutta la superficie e colmare gli spazietti tra una rosa e l’altra con ciuffetti di panna.

???????????????????????????????

A presto,
Nata

TORTA DI MELE CON UVETTA E RUM

???????????????????????????????
Buon giorno a tutti!
Oggi vi propongo una torta di mele che ho voluto provare ieri, in una versione senza burro. Di ricette di torte di mele ne ho provate varie (e ho in mente di provarne altre), anche se finora la mia preferita resta sempre una (posterò pure quella). Devo dire, però, che anche questa versione mi piace abbastanza.
Questa ricetta l’ho trovata su una rivista di qualche anno fa e ho fatto qualche lieve modifica e, cioè, ho eliminato il cioccolato (dato che non mi piace l’accostamento mele-cioccolato che ho già sperimentato) e ho aggiunto l’uvetta che, invece, mi piace abbinata alle mele. L’ingrediente poi, che per me, non deve mancare in una torta di mele è la cannella che esalta il sapore e il profumo di questo frutto.
Detto questo, passiamo alla ricetta.

Ingredienti per una tortiera di 22-24 cm:

500 g di mele
3 uova
150 g di zucchero
200 g di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
100 ml di latte
50 ml di rum*
circa 50 g di uvetta
un pizzico di sale
cannella

*si può anche usare una fialetta, aumentando però la quantità di latte.

Accendere il forno a 180°C.
Ammollare l’uvetta in acqua tiepida.
Sbucciare le mele: io ne ho tagliata una pezzettoni e le altre a fette non troppo sottili.
Mescolare le uova con lo zucchero e il pizzico di sale.
Unire il latte e il rum e, poi, a cucchiaiate, la farina mescolata con il lievito e amalgamare bene.
Aggiungere la mela tagliata a pezzi e quasi tutta l’uvetta strizzata e amalgamarle al composto.
Versare l’impasto nello stampo rivestito con carta forno (io uso gli stampi a cerchio apribile, rivesto il fondo con la carta e imburro i lati), sistemare sulla superficie le mele affettate, facendole affondare un po’ nell’impasto, aggiungere la restante uvetta e spolverizzare la superficie con la cannella e con poco zucchero. Cuocere in forno per circa 40 minuti (regolarsi in base al proprio forno). Fare raffreddare e togliere dallo stampo.

P.s. assicuratevi che non ci sia in giro vostro marito, o qualcun altro, pronto con il coltello in mano a tagliarsi una bella fetta prima che abbiate potuto fare la foto della torta intera (anche se questa volta le foto non rendono molto, la torta è molto meglio vista dal vivo)!!! Io, questa volta l’ho fermato in tempo!!!
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
È tutto. A presto,
Nata

TORTA PER IL NOSTRO 11° ANNIVERSARIO DI MATRIMONIO

???????????????????????????????
Salve a tutti!
Oggi un post breve per farvi vedere la semplicissima torta che ho preparato il 30 settembre del 2014 per il nostro 11° anniversario di matrimonio (le “nozze d’acciaio”).
Come ogni anno, ho preparato una cenetta per ricordare quello che è stato uno dei giorni più felici della mia vita (so che è una cosa banale da dire, ma è così).

Ecco la scheda:

BASE                   PdS
BAGNA                al rum
FARCITURA         crema mascarpone e nutella
STUCCATURA     panna
DECORAZIONE   pdz

Come al solito, le ricette le potete trovare negli articoli precedenti: https://leduecucine.com/2014/11/07/torta-rosa-con-crema-chantilly-alle-mandorle/ per il pan di Spagna (sostituendo l’aroma mandorle con buccia grattugiata di limone) e https://leduecucine.com/2015/01/14/torta-topolino/ per la crema mascarpone e nutella.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Oltre alla torta ho preparato (ho fotografato solo l’antipasto):

Antipasto:
“Roselline” di prosciutto crudo
Formaggio primosale
“Ventaglietti” di salame paesanella con olive nere

E poi:
agnello al forno con patate e involtini di vitello al forno con contorno di insalata verde (lattuga).

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Auguro a tutti una buona domenica, speriamo senza pioggia e vento come da me!
A presto,
Nata

UN COMPLEANNO…TRE TORTE

Pubblicazione1

Buongiorno a tutti!
Oggi da noi, dopo non so più quanti giorni di pioggia, finalmente c’è una magnifica giornata di sole, con un cielo di un azzurro intensissimo. Da un po’ di tempo sono diventata meteoropatica (si dice così???), quando mi sveglio e vedo pioggia o, peggio ancora, quel maledetto scirocco che ci sovrasta come una cappa, circondandoci di fitta nebbia umida che sembra volerti entrare in casa…beh, mi sento floscia pure io. Invece, quando, aprendo la finestra, vedo un cielo limpido, sereno e vedo spuntare i primi raggi di sole…mi si rallegra il cuore e mi viene voglia di fare mille cose.

Quindi stamattina, dopo aver accompagnato i bambini a scuola, ho spalancato tutte le finestre, arieggiato la casa e, mentre stendevo il bucato e spazzavo il terrazzino, mi sono goduta pienamente questo sole quasi primaverile. Le foto che vedete qui sopra le ho scattate da varie angolazioni di casa mia, così ne approfitto per mostrarvi qualche stralcio del mio paesino…

Andando all’argomento del post di oggi, si tratta, tanto per cambiare, di torte. Il titolo si riferisce al fatto che, quest’anno ho dovuto preparare, con piacere devo dire, ben tre torte per il 48° compleanno della mia dolce metà, il 26 agosto del 2014.
Procediamo con ordine.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Questa prima torta l’ho preparata per i festeggiamenti qui a casa, con la famiglia, farcendola con la sua crema preferita.
Ecco la scheda:

BASE                    biondina
BAGNA                 acqua e zucchero
FARCITURA          crema pasticcera alle nocciole
DECORAZIONE    panna e confetti e codette di cioccolato

Ecco dove potete trovare le ricette: https://leduecucine.com/2014/11/24/torta-winnie-the-pooh-per-sebastiano/ per la torta biondina e https://leduecucine.com/2014/11/17/torta-alle-nocciole/ per la crema pasticcera alle nocciole.
Inutile dire che era buonissima!

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Andiamo alla seconda torta che ho preparato per i colleghi d’ufficio (mio marito è impiegato nell’ufficio tecnico del Comune di un paese vicino). Anche questa volta, ho esaudito (ho cercato di farlo, perlomeno) una sua richiesta: una torta…scaramantica (sembra che ne abbiano bisogno…).
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Ecco la scheda:
BASE                    PdS
BAGNA                 al limoncello
FARCITURA          crema al limone e cioccolato bianco
STUCCATURA      panna
DECORAZIONE    pdz

Per le ricette, potete andare qui: https://leduecucine.com/2014/11/07/torta-rosa-con-crema-chantilly-alle-mandorle/ per il pan di Spagna (sostituendo l’aroma mandorle con buccia grattugiata di limone) e https://leduecucine.com/2015/01/28/torta-per-il-battesimo-di-francesco/ per la crema al limone e cioccolato bianco.
Mio marito mi ha detto che la torta è stata molto gradita!
Avendo anche poco tempo, ho pensato di decorare semplicemente la torta con vari oggetti portafortuna:
il quadrifoglio:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
la coccinella:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
il ferro di cavallo:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
il numero 13:
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
e non poteva di certo mancare il cornetto:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Infine, l’ultima torta: l’ho preparata per lo studio di architettura (non ve l’avevo detto, ma mio marito è architetto) che mio marito gestisce con altri 3 amici. Qui, mi ha dato carta bianca e ho preparato una semplicissima torta con base e farcitura uguali alla seconda torta, ma decorata con panna, che ho lievemente colorato di giallo, e una spolveratina di zucchero colorato (per chi volesse sapere come l’ho preparato, può leggerlo qui: https://leduecucine.com/2015/02/06/torta-per-la-prima-confessione-di-chiara/).

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Anche in questo caso, la torta ha avuto successo!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

In più, stavo quasi per dimenticarmene, un nostro caro amico ha organizzato un altro piccolo festeggiamento a sorpresa, al mare con altri amici con cui abitualmente ci ritroviamo nei caldi pomeriggi d’estate (la torta, comunque, l’hanno comprata in una pasticceria). Quindi, avrei dovuto intitolare l’articolo “un compleanno…quattro torte”.

Alla prossima,
Nata

TORTA PEPPA PIG

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Salve a tutti!
Questa torta non l’ho preparata per Carnevale ma, comunque (della serie “arrampichiamoci sugli specchi”), essendo la protagonista una porcellina, ha attinenza con il martedì grasso!!!
Scherzi a parte, questa torta l’ho preparata per il 4° compleanno della mia nipotina Roberta.
Essendo lei una patita di Peppa Pig, non potevo non prepararle una torta con questa (simpatica?) maialina che salta in una pozzanghera di fango.
Passiamo subito alla scheda:

BASE                    pdS
BAGNA                 latte zuccherato
FARCITURA          crema pasticcera alla nutella
STUCCATURA      panna
DECORAZIONE    pdz

Non metto le ricette che potete trovare nei post passati https://leduecucine.com/2014/11/07/torta-rosa-con-crema-chantilly-alle-mandorle/ per il pan di Spagna (sostituendo l’aroma mandorle con buccia grattugiata di limone) e https://leduecucine.com/2014/12/13/torta-barbie/ per la crema pasticcera alla nutella.

Eccomi al lavoro:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Ed ecco qui i particolare della torta finita. Gli alberelli e le colline:

OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il sole che spunta dietro le nuvolette (nella foto non si vede bene, ma la pasta che copriva la torta era di un azzurro molto chiaro, per rappresentare il cielo):

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E, infine la torta tagliata alla festa:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Questa torta l’ho preparata per i bambini. Invece, per gli adulti, ho preparato una torta tiramisù, decorata con una cialda sempre di Peppa:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
A presto,
Nata

RED VELVET CAKE

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Salve a tutti!
Questo articolo avrei voluto/dovuto pubblicarlo ieri, ma il computer è stato tutto il giorno off-limits per cui ho dovuto rimandare e ne approfitto oggi che padre e figli sono usciti a fare una passeggiata.
Premetto che San Valentino non lo festeggiamo ormai da anni, l’abbiamo fatto i primi anni di fidanzamento, poi l’abbiamo, per così dire, ignorato. Quest’anno, invece, è stato la scusa per preparare una torta che volevo provare da tanto tempo, la famosa red velvet cake. Non mi dilungo a parlarne, perché è molto conosciuta: dirò solo che è una torta americana, dal caratteristico colore rosso vivo e dalla consistenza molto “morbida”, da cui l’appellativo velvet, cioè velluto. Il colore rosso la rende una torta adatta alle festività natalizie e alla ricorrenza di San Valentino.
Essendo abbastanza umida di suo, non va assolutamente bagnata e, tipicamente, viene farcita con una crema a base di formaggio morbido.

Cercando nel web, non ho trovato due ricette che fossero uguali e, non sapendo quale scegliere, alla fine mi sono fermata su questa http://lericettedichiccake.blogspot.it/2011/07/red-velvet-loriginale.html#comment-form, semplicemente perché l’autrice nell’articolo scriveva: “Ma non una ricetta qualunque, una della tante che trovate sul web….. questa è l’originale e favolosa ricetta americana!”. Io, comunque, qualche modifica l’ho fatta (in particolare, ho dimezzato la quantità di olio di semi di girasole che mi sembrava veramente eccessiva).

Il colore rosso, in realtà, si dovrebbe ottenere in modo naturale, per reazione chimica tra latticello e bicarbonato, però in molte ricette ho visto che il bicarbonato viene sostituito dal lievito e, pertanto, per avere il colore rosso si aggiunge del colorante all’impasto.
Per preparare la base di questa torta, serve un ingrediente sconosciuto in Italia, il latticello, che, come ho potuto appurare dalle mie ricerche, si può ottenere in tre modi:
1) facendo inacidire il latte con succo di limone o aceto di mele
2) mescolando yogurt e latte in parti uguali
3) facendo…impazzire la panna
Io, giusto per complicarmi un po’ la vita, ho scelto la terza opzione: in pratica bisogna montare la panna fino a farla, come detto prima, impazzire separando così il burro da un liquido che è appunto questo famoso latticello (ve ne parlerò in un altro articolo).

Anche, per quanto riguarda la farcitura, ho riscontrato più varianti, io non ho usato il frosting riportato nella ricetta del link sopra riportato (a base di formaggio cremoso e burro), ma un altro a base di Philadelphia e mascarpone (molto goloso).

Devo dire che anche il gusto della torta è particolare, diverso dai dolci cui siamo abituati, ma è gradevole. Sicuramente, la rifarò, provando qualche altra ricetta, anche perché onestamente la quantità di olio di semi, pur dimezzata, mi sembra troppa, mentre in altre ricette si usa il burro e in dosi ancora minori.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Passiamo, quindi alla ricetta (in rosso le mie modifiche):

Per la base. Per una teglia da 24 cm di diametro:
350 g di farina autolievitante (farina 00 + ½ bustina di lievito)
300 g di zucchero
5 g di bicarbonato
5 g di cacao amaro (l’ho omesso)
un pizzico di sale
250 ml di latticello (ottenuto da 500 ml di panna fresca)
2 uova a temperatura ambiente
375 ml olio di girasoli (180 ml)
5 ml di aceto bianco
25 ml (o 5 cucchiaini rasi se usate quello in polvere) di colorante alimentare (non l’ho misurato, ma era meno di ½ cucchiaino di colorante in gel)
5 ml di vaniglia (una fialetta di aroma vaniglia)

Setacciare e mescolare farina, bicarbonato, zucchero e sale.
Mescolare latticello, uova, olio, aceto, colorante e vaniglia.
Unire poi solidi e liquidi, mescolando fino ad ottenere un impasto omogeneo. Travasare il composto nello stampo rivestito con carta forno (io uso gli stampi a cerchio apribile, rivesto il fondo con la carta e imburro i lati) e cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 1 ora (controllare la cottura con uno stecchino o, come faccio io, con uno spaghetto).
Qui sotto, il composto nello stampo, prima di essere infornato:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per il frosting:
250 g di Philadelphia
250 g di mascarpone
300 ml di panna montata
100 g di zucchero a velo
1 cucchiaio di succo di limone

Mescolare Philadelphia, mascarpone, zucchero e succo di limone per ottenere un composto liscio e cremoso. Unire poi la panna e mescolare fino ad avere un composto omogeneo.

Una volta che la torta si è raffreddata, togliere il bordo esterno che risulta di colore più scuro, marroncino e tagliarla in tre strati. Metterne da parte un po’ per la decorazione. Bisogna fare molta attenzione, perché la torta, essendo molto morbida, si rompe facilmente (effettivamente in qualche ricetta, si diceva di mettere la torta in congelatore per il tempo sufficiente a farla raffreddare bene, in modo da poterla tagliare senza tanti rischi di rottura. Lo terrò presente la prossima volta!). Farcirla con parte del frosting e usare il resto per rivestire esternamente la torta.
Sbriciolare la base messa da parte e usarla per decorare. Essendo una torta già ricca di suo, l’ho decorata molto semplicemente, rivestendo di briciole il bordo e disegnando un cuore, vista la circostanza.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ecco infine una foto dell’interno e della fetta:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

È tutto. A presto,
Nata