TORTA PER LA PRIMA CONFESSIONE DI CHIARA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Salve a tutti!
Anche oggi una torta! Il 7 giugno 2014 per mia figlia Chiara (e anche per noi) è stato un giorno importante perché ha fatto la Prima Confessione. Il rito è stato celebrato in maniera semplice ma con gesti significativi che, devo dire la verità, mi hanno emozionato. Lei, come altri suoi compagni, era un po’ tesa, soprattutto nel momento in cui si è avvicinata all’altare per ricevere il Sacramento, ma il sacerdote li ha saputi mettere a loro agio e tutto si è svolto in maniera serena.

Per l’occasione, abbiamo organizzato una piccola festa ed io ho preparato un dolce. Si tratta di una torta farcita con crema pasticcera alla panna e limoncello (vedi https://leduecucine.com/2014/12/09/la-mia-prima-torta-decorata-in-pasta-di-zucchero/). Unica pecca: avevo finito il buonissimo limoncello casalingo (regalatomi da una zia di mia mamma) e l’ho dovuto comprare… non sapeva di niente (era pure di una marca conosciuta che chiaramente non vi scrivo)!!! E, quindi, ne è venuta fuori una crema pasticcera, buona per carità, ma le mancava quel tocco in più dato dal liquore. E pensare che la mia prima idea era stata di farcirla con la crema al limone e cioccolato bianco (https://leduecucine.com/2015/01/28/torta-per-il-battesimo-di-francesco/)….mannaggia a me…chissà che mi è passato per la testa e mi ha fatto cambiare idea!!!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Comunque, ecco la scheda della torta:

BASE                    molly cake
BAGNA                 al limoncello
FARCITURA          crema pasticcera alla panna e limoncello
DECORAZIONE    panna, scorze di limone e zucchero colorato

La ricetta della Molly cake la potete trovare in https://leduecucine.com/2015/01/23/torta-violetta/, mentre per la crema ho riportato il link sopra.

Per quanto riguarda la decorazione, è alquanto semplice, ho usato panna, scorze di limone tagliate sottilmente e zucchero colorato giallo limone.  Invece ai lati ho applicato dei pavesini.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Riguardo proprio lo zucchero colorato, chiaramente si può comprare, ma è un tantino costoso, per cui me lo preparo in casa in modo estremamente semplice: basta mettere dello zucchero semolato in un sacchetto di plastica per alimenti (quelli per il freezer vanno benissimo), aggiungere qualche goccia di colorante (io uso i coloranti in gel) regolandosi in base all’intensità di colore che si vuole ottenere. A questo punto, basta sfregare lo zucchero tra le mani e…voilà in pochi secondi eccolo colorato.
Spargere lo zucchero su un foglio di carta forno e farlo asciugare qualche ora all’aria, in modo da perdere l’eventuale umidità data dal colorante.
A questo punto, si può conservare in barattoli di vetro.
Si può anche polverizzare, ottenendo lo zucchero a velo colorato.
Anche per oggi è tutto. A presto,
Nata

Annunci

TORTA PER IL BATTESIMO DI FRANCESCO

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Salve a tutti!
Siamo arrivati ad una torta che mi ha soddisfatto tantissimo, quella preparata per il battesimo del mio adorato nipotino Francesco, il 25 maggio 2014.

Quando mia sorella e mio cognato mi hanno fatto chiesto: “Te la sentiresti di preparare la torta per il battesimo di Francesco?”, sono stata felicissima ed entusiasta di lanciarmi in questa nuova avventura. Certo, “avventura” perché è vero che preparo sempre le torte per i compleanni, ma è anche vero che il Battesimo è un evento “importante”, al quale avrebbero preso parte anche parenti e amici che non hanno mai assaggiato una mia torta e non avevo nessuna certezza che sarebbe andato tutto liscio…
Comunque, non ci ho pensato su più di tanto e mi sono lanciata: ho fatto un po’ di ricerche, ho scelto i soggetti che mi piacevano di più (e che, dettaglio da non sottovalutare, pensavo sarei stata in grado di realizzare) e alla fine, insieme a mia sorella, abbiamo scelto basi e farciture e fatto il progetto della torta: due piani decorati con pochi oggetti infantili, un paio di scarpette, un trenino, un biberon e un ciuccio.

E poi sono cominciati i dubbi: se la base non viene abbastanza morbida e la crema abbastanza gustosa? Se non riesco a realizzare i soggetti che avevamo scelto per decorare la torta? Se la torta crolla, visto che è la prima volta che faccio una torta a piani? E poi la torta doveva percorrere circa 40 Km per arrivare a destinazione, l’avrei montata lì, ma i vari pezzi sarebbero arrivati tutti interi? Insomma, come mi accade sempre quando sono impegnata in qualcosa cui tengo molto, me lo sognavo pure la notte!!!

Per fortuna, tutto è andato benissimo: ho comprato tutto l’occorrente e, una settimana prima (dato che i soggetti in pasta di zucchero avrebbero dovuto essere ben asciutti), mi sono messa al lavoro. Ho iniziato dalle scarpine e… quasi subito avrei voluto rinunciare, perché proprio non volevano venire come dicevo io!!! Allora, ho fatto una pausa, mi sono rilassata, ho svuotato la mente e, con estrema calma, ho ricominciato a lavorare: i soggetti sono venuti fuori dalle mie mani come per magia, in modo del tutto naturale (li ho fatti in due giorni). Ci sono delle imperfezioni, ma sono venuti sicuramente meglio di quanto mi aspettassi!!!

Anche per il trasporto è andato tutto liscio e la torta è stata un successo, mi hanno fatto tutti i complimenti prima per l’estetica e poi, cosa più importante per me, per il gusto: figuratevi che non sono riuscita neanche a fare una foto dell’interno perché è finita in un attimo.

Eccola montata e sistemata nel frigo:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Come si vede dalla foto, si tratta di una torta a due piani per i quali ho usato basi diverse (ma di consistenza simile) e farciture diverse, anche se penso sarebbe stato meglio fare due torte uguali.
E ora passiamo alla scheda:

1° piano
BASE                   molly cake da 30 cm di diametro
BAGNA                succo di macerazione delle fragole
FARCITURA         crema pasticcera (Renato) + fragole

2° piano
BASE                   sponge cake da 20 cm di diametro
BAGNA                al limoncello
FARCITURA         crema limone e cioccolato bianco

STUCCATURA     panna
DECORAZIONE   pdz

La ricetta della Molly cake la potete trovare nella “torta Violetta” (https://leduecucine.com/2015/01/23/torta-violetta/).
Per quanto riguarda invece la sponge cake, l’ho voluta provare anche perché ho letto che è una base abbastanza sostenuta e, quindi, adatta per torte decorate: comunque per me è un po’ troppo “pesante” e penso che non la userò spesso, perlomeno per questo tipo di torte. Ma sicuramente è una torta molto buona: anzi la voglio provare nella versione Victoria sandwich, con marmellata di fragole e panna. Ecco la ricetta:

200 g di burro morbido
200 g di zucchero
4 uova
200 g di farina 00
4 cucchiai di latte
½ bustina di lievito per dolci
scorza di limone grattugiata

Lasciare il burro fuori dal frigo fino a quando diventa molto morbido. Mescolarlo con lo zucchero e la scorza di limone, montando il tutto con le fruste elettriche. A questo punto, aggiungere le uova, una alla volta, amalgamando bene. Infine, unire, a cucchiaiate, la farina mescolata con il lievito, alternandola al latte. Versare l’impasto nello stampo rivestito con carta forno (io uso gli stampi a cerchio apribile, rivesto il fondo con la carta e imburro i lati) e cuocere in forno per circa 40 minuti (regolarsi in base al proprio forno).

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per quanto riguarda le farciture, per il primo piano ho usato una crema pasticcera mescolata a fragole. Di ricette di creme pasticcere ne ho provate veramente tante, ma questa del grande Renato Ardovino l’ho trovata veramente ottima, sia come gusto che come consistenza: infatti, l’ho rifatta molte altre volte. C’è solo qualche modifica rispetto all’originale e cioè ho usato 8 tuorli invece di 12 e usato solo amido di mais (mentre nella ricetta originale è metà di mais e metà di riso).

800 g di latte
200 g di panna
8 tuorli
300 g di zucchero
200 g di amido
mezza bacca di vaniglia
buccia di limone grattugiata
una noce di burro

Riscaldare il latte con la panna, la buccia di limone e la vaniglia. Montare i tuorli con lo zucchero e amalgamarvi l’amido setacciato. Versare tutto nel latte e, mescolando in continuazione, portare ad ebollizione e fare addensare.
Travasare la crema in un contenitore, aggiungere una noce di burro che serve a renderla più cremosa e stabile e farla raffreddare in un bagnomaria ghiacciato, coperta da pellicola per alimenti.
Volendo, una volta raffreddata, si può aggiungere qualche cucchiaio di panna montata per “alleggerirla”.

Il secondo piano, invece l’ho farcito invece con una crema al limone e cioccolato bianco che trovo divina per chi ama le creme al limone: il gusto del limone viene esaltato, l’agro viene bilanciato dal cioccolato bianco e l’aggiunta della panna la rende morbida e leggera. Insomma una crema molto fresca ed “estiva”.

100 g di burro
225 g di zucchero
3 uova e 1 tuorlo
150 ml di succo di limone
la scorza grattugiata di 3 limoni
100-150 g di cioccolato bianco
400 ml di panna montata

Sciogliere il burro a bagnomaria.
Mescolare lo zucchero con uova, tuorlo, succo e scorza di limone. Versare il tutto nel burro fuso e far cuocere a bagnomaria, mescolando sempre, fino a quando il composto velerà il cucchiaio (occorreranno circa 15 minuti): quando la crema sarà ispessita e liscia, è pronta.
Fuori dal fuoco, unire il cioccolato spezzettato e farlo sciogliere completamente. Fare raffreddare, mescolando di tanto in tanto.
Infine, incorporare la panna montata, con movimenti dal basso verso l’alto, per non smontare il composto.

Per quanto riguarda infine il montaggio delle torte, entrambe le ho appoggiate su basi di polistirolo perché venissero abbastanza alte. Dopo molte ricerche su come preparare torte a piani, ho seguito lo schema sotto riportato:
• vassoio
• polistirolo 30 cm
• vassoio sottotorta 28 cm
• torta 30 cm con pioli
• vassoio sottotorta 20 cm
• polistirolo 20 cm
• vassoio sottotorta 20 cm
• torta 20 cm

Ecco qui sotto delle “prove tecniche”:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E le foto dei soggetti. Le scarpine:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

il trenino:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

il biberon e il ciuccio:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

e infine il fiocco:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Bene, penso di avervi detto tutto. A presto,
Nata

TORTA “VIOLETTA”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Salve a tutti!
Oggi cambiamo argomento e torniamo alla mia amata pasticceria.
Ecco un’altra torta di compleanno, questa volta per gli 8 anni (29-11-2013) di Chiara, fan sfegatata di Violetta.
La torta mi è piaciuta molto, unica pecca la pasta di zucchero che quella volta avevo deciso di comprare on-line e di cui mi sono pentita amaramente perché era troppo appiccicosa, non facile da modellare e non si è asciugata bene, per cui alcune parti hanno un po’ ceduto. Comunque, mia figlia è rimasta molto contenta e questa è per me la cosa più importante.

Ecco la scheda:

BASE                     Molly cake
BAGNA                  sciroppo alla vaniglia
FARCITURA           crema bianca senza uova
STUCCATURA       panna
DECORAZIONE     pdz, glassa reale e pennarelli alimentari

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E passiamo subito alle ricette.

La Molly cake è una base più corposa e meno asciutta del pdS, adatta per torte decorate. È anche molto buona. Da quando l’ho scoperta, l’ho utilizzata molte altre volte e non mi ha mai delusa. Qui vi do la dose che io uso per una tortiera di 24 cm di diametro, anche perché non ricordo (non avendolo scritto) le dimensioni della tortiera che ho usato allora e, quindi, neanche le relative dosi.

Molly cake (pdS alla panna):
250 g di farina 00 (io uso, come al solito la miscela per torte Barilla)
250 g di zucchero
250 g di panna da montare
3 uova
½ bustina di lievito
1 bustina di vanillina o altro aroma a piacere
Montare le uova con lo zucchero e l’aroma scelto finchè diventano bianche e spumose, occorreranno almeno 10 minuti. Incorporare, poco per volta sempre utilizzando le fruste, la farina setacciata con il lievito. Infine, montare la panna e aggiungerla al composto con un movimento dall’alto verso il basso, usando un cucchiaio. Versare l’impasto nello stampo rivestito con carta forno (io uso gli stampi a cerchio apribile, rivesto il fondo con la carta e imburro i lati). Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 45-50 minuti (regolarsi in base al proprio forno).

Crema bianca senza uova:
1 l di latte
340 g di zucchero
100 g di farina 00
100 g di amido
150 g di burro fatto ammorbidire a temperatura ambiente
scorza di limone
Riscaldare il latte con la scorza di limone. Mescolare farina, zucchero e amido con un po’ di latte caldo fino a ottenere una crema liscia e senza grumi. Versare pian piano il resto del latte, mettere su fuoco basso e, mescolando con una frusta, farla addensare fino al punto voluto. Versare quindi la crema in una ciotola abbastanza ampia e ricoprirla con pellicola trasparente (in questo modo non si formerà la fastidiosissima pellicina superficiale). Per farla raffreddare più rapidamente, mettere la ciotola in un altro recipiente contenente acqua e cubetti di ghiaccio.
Lavorare il burro con le fruste elettriche per renderlo cremoso, aggiungerlo alla crema e continuare a montare per 1 minuto.
È una crema buonissima, vellutata e dal gusto delicato.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA    OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per quanto riguarda le decorazioni, il microfono, internamente è di carta. La pellicola, invece, è un cilindro di polistirolo e le immagini di Violetta sono state stampate, ritagliate su misura e incollate. Sulla pellicola ho poi messo le candeline, come si può vedere in una foto più avanti.
La scritta è fatta con glassa e i disegnini laterali li ho fatti con pennarelli alimentari.
Qua sotto, eccomi, mentre completo la decorazione:

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Vi lascio qualche altra foto. A presto.
Nata

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA